Quei bravi tamarri

Regia di Nicolò Piccione

Voto della redazione

tamarri2Una volta gli Articolo 31 cantavano il Funkytarro; oggi un gruppo di bravi e giovani cinefili in erba racconta, in una frizzante webserie, la vita sopra le righe dei tamarri.

Questi sei personaggi, ognuno truzzo ed eccentrico a modo suo, fanno della tamarraggine la loro ragione di vita e di studi. Infatti seguono un corso di laurea in tamarrologia, “Benvenuti nel corso di laurea magistrale più difficile del mondo” – inizia così il professore presentandosi agli alunni – dove vengono insegnate tutte le tecniche: l’eccentricità, il vestirsi in maniera vistosa e stravagante da vero truzzo, il linguaggio slang giovanile condito da qualche volgarità.

Queste sono le caratteristiche che tratteggiano la spina dorsale di questa serie dal forte impatto giovane e spensierato. Si narrano con ironia e simpatiche estremizzazioni visivo/caratteriali le vicende di questi sei ragazzi che, se prese per quello che sono e ben contestualizzate in quel mondo, rendono piacevole la visione di questo prodotto ben confezionato dal regista Nicolò Piccione, che ha curato anche la sceneggiatura.

tamarri fotoSe invece la si guardasse con occhi diversi, più critici, più saccenti e più snob, si rischierebbe di farselo passare per un prodotto un po’ indigesto. E’ il tamarro moderno che ha derivazioni dai talent pomeridiani come Amici di Maria De Filippi e qualcosa del napoletano eccentrico che oggi anche i Manetti Bros. hanno raccontato in un loro recentissimo film. Le musiche, ovviamente, sono perfettamente nel mood della serie, tutte canzoni disco ispirate alle più coatte in circolazione confezionate ottimamente da Luca Cetro e Alessandro Angelini.

La webserie, che è realizzata con la collaborazione di un gruppo di studenti dell’Università IULM di Milano, ha vinto il premio Miglior Colonna Sonora al Campi Flegrei Web Series Fest 2013 ed è stata selezionata ufficialmente al Rome Web Awards 2014. Keep calm and be tamarro! Buona visione e buon divertimento con  la serie più tamarra del web!

Scritto da Francesco Rondolini

Francesco Rondolini è nato a Perugia il 12/03/1979. Laureato in Scienze della comunicazione presso l’Università degli Studi di Perugia. Attualmente si sta laureando in Cinema televisione e produzioni multimediali presso l’Università degli Studi di Bologna. Musicista, ha lavorato per oltre un decennio nell’organizzazione di grandi eventi e spettacoli. “Maurizio Merli. Il commissario dagli occhi di ghiaccio” è il suo primo libro.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *